Bucatini all’amatriciana

la ricetta originaria  di Amatrice, la cui antenata è la gricia (ovvero senza pomodoro), possiede una lunga ed antica tradizione legata al territorio e prevederebbe gli spaghetti anzichè i bucatini, come anche indicato nei cartelli Comunali all’ ingresso della città di Amatrice  ” Amatrice, Città degli Spaghetti all’ amatriciana “. Nell’Ottocento e sino all’inizio del novecento la popolarità della pietanza a Roma si accrebbe considerevolmente. Questo avvenne a causa degli stretti contatti fra la città eterna ed Amatrice. A quei tempi parecchi osti e i trattori della città erano originari di Amatrice, così che il termine “Matriciano” venne a significare “locanda con cucina”. L’Amatriciana fu estremamente bene accolta e – anche se nata altrove – venne rapidamente considerata un classico della cucina romana con l’ormai classico abbinamento con i bucatini.