Carciofi alla romana

Il carciofo è sempre stato un ortaggio molto apprezzato ed utilizzato nella cucina romana sia come antipasto o contorno sia come accompagnamento alle classiche ricette come la coratella.
In alternativa al carciofo alla romana ricordiamo anche il carciofo alla giudia, un altro piatto tipico della gastronomia romana. Le origini del piatto sono ancora una volta, da ricercarsi nell’antichità quando, per sfamarsi, i contadini utilizzavano ciò che la terra metteva loro a disposizione: in questo caso i carciofi.
Per la preparazione servono ovviamente i carciofi (del tipo romaneschi o violetti), aglio, limone, mentuccia romana, sale, pepe, olio extravergine d’oliva.
Vengono tagliati i carciofi e lasciati a bagno con acqua aceto e limone in modo da evitare l’ossidazione degli stessi. Successivamente vengono stufati in un tegame con l’aglio, la muntuccia, sale, pepe e l’olio extravergine d’oliva.