ult2-slide-1

Violetta al Cacio e Pepe

[slideshow_deploy id=’2061′]

Simpatica sorpresa per le piccole fans della famosa Violetta, personaggio della serie Disney, che hanno visto cenare la protagonista e tutto il cast a pochi metri di distanza. Cacio e Pepe è anche questo…

ult2-slide-1

OSSOBUCO ALLA ROMANA

[slideshow_deploy id=’979′]

L’ossobuco alla romana, come quello alla milanese, è in bianco ed ovviamente in umido.

Come da tradizione il “vero” ossobuco alla romana oltre a presentare il classico soffritto di carote, sedano e cipolla, è con i piselli, i quali contribuiscono a creare quella “cremosità” dell’intingolo che accompagna la carne. Quì la scarpetta è d’obbligo!!!

Per quanto riguarda il taglio della carne utilizziamo solo lo stinco di vitella in quanto è molto più tenero di quello di manzo e privilegiamo lo stinco posteriore.

ult2-slide-1

Puntarelle

Le puntarelle, il cui consumo risalirebbe agli antichi romani, sono un antipasto o un contorno fresco e saporito, molto diffuso in Lazio e in alcune zone della Campania, perché le o tipiche di questi territori.

Le puntarelle alla romana, naturalmente crude, vengono condite con un’emulsione a base di olio extravergine d’oliva, aglio e acciughe.

le puntarelle sono i germogli delle cicoria catalogna, croccanti e dal caratteristico sapore amarognolo, l’aspetto ricorda vagamente quello degli asparagi  ma sono  raccolte in grandi cespi.
La pulizia delle puntarelle è abbastanza laboriosa, perché si deve procedere a mondare i germogli staccandoli dal cespo più grande uno alla volta e poi suddividendoli in sottile strisce.

ult2-slide-1

Verdure fresche in pastella

[slideshow_deploy id=’1262′]

Si tratta di un piatto molto semplice ma allo stesso tempo gustoso e croccante.

Vengono utilizzate verdure fresche, come zucchine peperoni e melanzane, immerse nella pastella e fritte nell’olio bollente.

Nonostante le verdure all’esterno siano belle croccanti e dorate all’interno mantengono un cuore caldo e morbido.

ult2-slide-1

Filetto di manzo

Il filetto è un tipo di taglio di carne proveniente dalla zona lombare dell’animale.
Il taglio interessa il muscolo grande psoas anteriore fino alla vertebra lombare, vicino al rene. Poiché tale muscolo durante la vita dell’animale non viene quasi mai allenato rimane, nel consumo, particolarmente tenero